Cosa vedere a Firenze, tra luoghi da favola e sapori toscani

Due giorni per visitare Firenze, osservare le sue meraviglie, i tesori nascosti e i tramonti inattesi, ma anche per conoscerla anche attraverso il gusto, perché Firenze è una città che si racconta non solo attraverso i suoi musei ma anche con i suoi piatti tradizionali.

Cosa vedere a Firenze in due giorni

Inizia questa giornata di arte e cultura con un bel respiro: sei in una delle città italiane più belle al mondo! Quindi macchina fotografica alla mano, vestiti comodi e pronto per questo breve tour di due giorni.

Monumenti famosi a Firenze: tra Medioevo e Rinascimento

Dalla stazione di Firenze procedi in avanti verso la Basilica di Santa Maria Novella. È questa la nostra prima tappa. La sua facciata marmorea è fra le opere più importanti del Rinascimento fiorentino, ma è al suo interno che potrai scoprire capolavori straordinari come: la Trinità di Masaccio, gli affreschi del Ghirlandaio, il Crocifisso di Giotto e la Natività di Sandro Botticelli.

Una volta completata la visita riprendi via de’ Cerretani in direzione Duomo. Visitare la cupola del Duomo di Firenze è sicuramente una delle esperienza più belle da fare. Il panorama da lassù è davvero mozzafiato e merita spenderci un po’ di tempo: esattamente 45 minuti!

Sì, perché per salire fino alla Cupola del Brunelleschi dovrai fare ben 463 scalini. Se non è certo adatto per i deboli di cuore, è anche vero che solo così potrai ammirare da vicino – passarci accanto – affreschi realizzati da Giorgio Vasari e Zuccari.

In giro per i corridoi degli Uffizi

Dopo la vista panoramica, prendi via Roma: dopo solo pochi passi alla tua destra si aprirà Piazza della Repubblica. Luogo amato dai pittori futuristi, è una delle piazze principali di Firenze sin dai tempi dei romani, dove potrai osservare quei caffè che sono stati al centro della storia della città nei primi del Novecento.

Riprendi il tuo tour alla volta degli Uffizi. Progetto di Giorgio Vasari, gli Uffizi è uno dei musei più famosi al mondo per le sue straordinarie collezioni di sculture antiche e di pitture. Da Giotto a Piero della Francesca, da Botticelli a Leonardo, tutto ciò che hai studiato nei libri potrai vederlo finalmente dal vivo.

Dove mangiare a Firenze e soprattutto cosa? La bistecca fiorentina e i piatti toscani

Dopo una veloce doccia, rimettiti di nuovo in cammino. Anche di notte questa città toglie il fiato. Ma prima di vedere qualsiasi altra cosa, fermati a mangiare quella che per molti è considerata la tappa culinaria obbligatoria in Toscana: ovvero la bistecca fiorentina.

Dalla stazione Santa Maria Novella prendi via Panzani e gira a sinistra per via del Giglio. Infine continua su Piazza di Madonna degli Aldobrandini: proprio lì c’è il nostro Vinaino Fiorenza, dove potrai assaggiare i nostri piatti caldi: lampredotto, baccalà, pappa al pomodoro e tanto altro.

Ma ritorniamo sulla fiorentina… Cotta sulla griglia e rigorosamente “al sangue”, la bistecca fiorentina è il miglior taglio di vitellone o di scottona da accompagnare con un buon vino. Ma, se la carne non fa per te, dal nostro menù potrai sempre scegliere piatti vegetariani. Scopri i piatti caldi della cucina toscana del Vinaino FiorenzaOra puoi continuare la serata in uno dei tanti pub lì vicino: ma attenzione domani ti aspetta un’altra giornata di arte, cultura e buon cibo!

Cosa visitare a Firenze, il secondo giorno: tra giardini e palazzi storici

Direzione… Palazzo Pitti. Antica residenza dei granduchi di Toscana e in seguito dei re d’Italia, Palazzo Pitti ospita opere di grandi maestri italiani ed europei del Rinascimento e del Barocco, oggetti d’arte, porcellane e una galleria del costume. Varcando il portone sarai rapito dal fascino di un ambiente storico magnificamente conservato, in grado di riportarti indietro nel tempo. Ma Pitti è anche Giardini di Boboli, uno tra i primi e più famosi giardini italiani.

Al suo interno potrai ammirare la Grotta del Buontalenti (1583), l’Anfiteatro romano con l’obelisco egiziano al centro, il Bacino del Nettuno, la Statua dell’Abbondanza del Giambologna e Tacca (1563), il Casino del Cavaliere, il Giardino del Cavaliere, la Fontana dell’Oceano del Parigi.

Street food a Firenze: la schiacciata all’olio

vinaino-fiorenza

E ora è tempo di una pausa pranzo. Riprendi via Roma e dopo circa 300 metri gira a sinistra per via Vacchereccia. Qui potrai trovare la cucina del Vinaino Fiorenza sempre aperta per farti assaggiare le migliori schiacciate all’olio, fatte con prodotti di prima qualità. Una combinazioni di sapori e ingredienti naturali da farti leccare i baffi. Cerchi, ad esempio, qualcosa di stuzzicante ma dal gusto delicato e leggero? La Tenerosa è per te: Prosciutto crudo toscano pregiato con stracchino e foglie di rucola. Se invece vuoi provare in una sola volta tutti i sapori del Mediterraneo, ti consigliamo la Giotto. Scoprire tutte le schiacciate all’olio del del Vinaino Fiorenza!

 

Dove siamo

Cappelle Medicee

Se sei alla ricerca dell’inconfondibile street food toscano, vieni al Vinaino Fiorenza vicino le Cappelle Medicee.

Siamo aperti dal lunedì al giovedì, dalle 10.00 alle 23.00; dal venerdì alla domenica, dalle 10.00 alle 24.00.
Mappa

Piazza Madonna degli Aldobrandini 4/R

Piazza Signoria

Per un pit stop veloce scegli il Vinaino Fiorenza in Piazza della Signoria. Assaggerai la migliore schiacciata della tua vita.

Siamo aperti dal lunedì al giovedì, dalle 10.00 alle 23.00; dal venerdì alla domenica, dalle 10.00 alle 24.00.
Mappa

via Vacchereccia, 13/R